Broccoli: gli alberelli amici della salute di…

Polenta con broccoli, guanciale e castelmagno
9 Gennaio 2021
Kefir
Kefir: la bevanda del “sentirsi bene”
19 Gennaio 2021
Mostra tutto

Composizione nutrizionale

Una porzione (200g) di broccoli è ricca di potassio, vitamina C, vitamina K e apporta quasi la metà del fabbisogno di folati. E’ fonte anche di altri minerali (ferro più biodisponibile rispetto a quello contenuto nelle verdure a foglia verde, calcio altamente biodisponibile e fosforo) e vitamine B3, B6, vitamina A ed E, una serie di sostanze bioattive come clorofille, carotenoidi , flavonoidi, e glucosinolati caratteristici della famiglia delle Crucifere in particolare glucorafanina, isotiocianati in particolare sulforafano, indoli nello specifico indolo-3-carbinolo. Il sulforafano  ha una potente azione antinfiammatoria e detossificante, oltre ad avere azione antibatterica e antitumorale. L’indolo-3-carbinolo derivante dalla glucobrassinina è un fitoestrogeno molto attivo nella prevenzione del cancro alla mammella, utero e ovaio.

Si consiglia attenzione per chi ha soffre di ipotiroidismo: i broccoli, infatti, contengono goitrogeni, sostanze che interferendo con il metabolismo dello iodio possono inibire l’attività della tiroide. Tuttavia una volta tagliati e ben cotti o addirittura fermentati queste sostanze sono largamente inattivate.  Chi assume farmaci anticoagulanti, inoltre, dovrebbe verificare attentamente la quantità di broccoli da assumere nella propria dieta, in quanto la presenza di vitamina K potrebbe interagire con l’azione dei farmaci.

Benefici per l’intestino 

Una porzione apporta circa ¼ della quantità di fibra giornaliera raccomandata. La fibra insolubile facilita il transito intestinale mentre quella solubile nutre la flora batterica intestinale. Viceversa i batteri intestinali producono anche sostanze utili  per l’intestino. Il sulforafano potente agente chemio-protettivo del cancro viene liberata a partire dalla glucorafanina grazie agli enzimi della flora microbica del colon. Anche i flavonoidi, una particolare tipo di sostanze polifenoliche antiossidanti vengono decomposti nelle forme attive grazie ad alcuni batteri della flora microbica intestinale.

Benefici per il sistema immunitario

Grazie all’apporto sinergico di vitamina C, A, E e degli altri antiossidanti i broccoli sono ortaggi in grado di stimolare le nostre difese immunitarie proteggendoci da agenti esterni nocivi come virus e batteri.

Consumo ottimale

Crudo o Cotto: Cottura a vapore o sbollentatura rapida al di sotto dei 10 minuti in poca acqua per ridurre la perdita della vitamina C e dei glucosinolati. Consigliabile anche stufarli o saltarli in padella.

Conservazione: In ambienti umidi per evitare l’ingiallimento. Rimuovere il contenitore ed il sacchetto di plastica dopo l’acquisto per aumentare la conservazione.

Abbinamenti: Consumati come primo piatto con la pasta o come contorno, si abbinano bene ad aglio, acciughe, capperi, peperoncino, alla frutta secca oleosa come pinoli, noci e mandorle e alle olive non solo per bilanciarne il gusto ma anche per migliorare l’assorbimento della vitamina A e K. Ideali anche come ingredienti di polpette e sformati anche vegetariani.

5 motivi per consumare i broccoli

Amici sicuramente delle donne!

  1. Migliorano l’assorbimento del calcio (>50%) e ne riducono l’eliminazione grazie al contenuto di vitamina K;
  2. Favoriscono la salute cardiovascolare prevenendo la formazione di depositi di calcio nelle arterie;
  3. Favoriscono la detossificazione epatica grazie al sulforafano;
  4. Hanno proprietà antinfiammatorie e anticancerogene in funzione del contenuto di sulforafano;
  5. Potenziali antianemici grazie al contenuto di ferro, vitamina C, acido folico.

Prosegui con una ricetta gustosa, saziante e adatta ai palati più esigenti https://www.angelagiuliani.it/4261/polenta-con-broccoli-guanciale-e-castelmagno/!